Frutta e patate

 

I raccolti sopra citati rappresentano le nostre coltivazioni principali,ma nei mesi estivi abbiamo anche:

PESCHE, ALBICOCCHE, PRUGNE, CILIEGIE, PATATE ED  UN ORTO SEMPRE RICCO , accessibile a tutti coloro che vogliono mangiar sano e assaporare i gusti della nostra terra a prezzi contenuti, grazie al rapporto diretto fra produttore e consumatore.
Ma il nostro impegno non finisce quì:  a breve riusciremo ad offrirvi anche prodotti sott'olio rigorosamente derivanti dalla  nostra azienda e solo trasformati esternamente da un'azienda di nostra fiducia.

 

I carciofi

E' sicuramente uno dei prodotti che più identifica la nostra azienda;la pianta di carciofo è particolarmente indicata per far riposare e sanare il terreno,oltre che concimarlo una volta che il raccolto è arrivato al termine del ciclo produttivo.Dopo aver preparato il terreno, incominciamo , da fine giugno  a metà agosto  la messa a dimora dei  primi  '' matetti'',ovvero piccole radici di carciofo,per poter avere una produzione scaglionata, salvo gelate invernali.  I matetti si  mettono a dimora nei solchi,per i 10 giorni successivi si bagna ripetutamente  per favorire l'attecchimento ,poi si incominciano a vedere delle piccole foglie che, in poco tempo, ingrandiscono per diventare, dopo circa 1 mese, delle piantine robuste e pungenti.Da metà ottobre incomincia la raccolta prima dei maschi (i primi capolini centrali) e poi via via degli altri capolini posti sulle diramazioni laterali.Da non sottovalutare la bontà del gambo che, proprio in questo periodo, si presenta  particolarmente fragrante.Quando le piantine di carciofo sono alte 10 cm seminiamo, tra le righe dei carciofi, l'ANETO.

 

L'aneto

L'aneto è una spezia non di uso comune in Italia ,ma che trova molti impieghi nelle cucine del nord Europa .In quel periodo (luglio/agosto)trova giusta collocazione perché, entrambe le colture, necessitano di molta acqua e di poca manutenzione (salvo infestanti).Nei mesi di settembre ,ottobre e novembre(dipende dalla semina),l'aneto viene tagliato per dar spazio al carciofo che, nel frattempo, è diventato una bella pianta con tutti i capolini teneri pronti per la crescita. L'aneto si semina con una apposita rotella forata che, girando sul terreno, lascia cadere i semi in quantità e distanza prestabilita.Una volta germogliato, si procede a diradare le piantine in modo che diventino  delle piante con stelo robusto e di buone dimensioni,per esaltarne la qualità e favorire la lavorazione (a mazzi)nei  magazzini di esportazione. L'aneto può essere seminato da solo oppure anche nel mezzo di una piantagione di INSALATA: in quest'ultimo caso sono richiesti tempi di semina particolari e suggerimenti  di tecnici specializzati per il controllo delle malattie che  possono insorgere .Queste tecniche di semina combinata sono necessarie per abbattere i costi di realizzazione degli impianti , che ogni anno aumentano mentreil costo di vendita dei prodotti finiti  è costante, se non in diminuzione, rispetto ai precedenti anni.

 

Le insalate

In primavera (primi di aprile)incominciamo la raccolta della RUCOLA SELVATICA (seminata in serra a fine febbraio)che con il suo gusto fragrante e amarognolo e il suo odore di erbe fresche  va ad impreziosire le insalate e a farcire le pizze di ristoranti e pizzerie della nostra terra per tutta l'estate.qualità di INSALATE invernali (lollo bianca,rossa)sono destinate all'esportazione, mentre in primavera estate produciamo lattuga,gentilina,foglia di quercia,varietà più conosciute sulle nostre tavole.

 

 

 

La zucchina trombetta e il pomodoro cuore di bue

Ad aprile (in serra ) mettiamo a dimora le prime ZUCCHINE TROMBETTE e le prime piante di POMODORO CUORE DI BUE . Anche queste rappresentano un'identità importante della nostra terra,si distinguono per il loro delicato sapore ,per la loro dolcezza e digeribilità. La trombetta ha una forma allungata e sottile, è tenera al taglio e ha un fiore fresco e splendente all'estremità .dalle piante; durante la raccolta nascono spontaneamente moltissimi fiori che sapientemente farciti (qualche suggerimento ve lo daremo) costituiscono un ottimo antipasto. Il pomodoro cuor di bue è ottimo per le insalate o per la preparazione di gustosi sughi, ha un sapore dolce e una pelle molto delicata che esalta l'ottima digeribilità. La raccolta  inizia nel mese di maggio,per proseguire a giugno e luglio. Poi continuiamo con le raccolte tardive (seminate a giugno)da agosto, settembre, fino a ottobre,assicurando nella nostra azienda una continuità di prodotti  nostri

 

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. Vi preghiamo di leggere la ns. documentazione * Cookies *.

Accetto i cookies da questo sito / I accept cookies from this site